Cristalline antibatteriche, antimacchie ed antigraffio

Antonio Fortuna, Domenico Fortuna, Elisabetta Martini - Setec (Civita Castellana, Italy)

Come è noto, uno degli obiettivi più importanti nella produzione dei sanitari è il miglioramento della qualità dei manufatti con particolare attenzione alla resa estetica degli smalti. La loro brillantezza è infatti sicuramente aspetto determinante in grado di fare la differenza fra un prodotto di fascia alta ed uno scadente.

Gli smalti attualmente usati nell’industria ceramica sono però caratterizzati da una microporosità superficiale tale da facilitare il deposito di sporcizia, calcare, ecc. Tutto ciò naturalmente causa, dopo pochi mesi di utilizzo, la formazione di patine, o addirittura incrostazioni, che non solo compromettono l’igienicità ma portano anche alla perdita di brillantezza delle superfici smaltate.

L’obiettivo del laboratorio tecnologico Setec è stato quindi quello di cercare una soluzione permanente ed economica a tale problema. Sono state quindi sviluppate delle cristalline da applicare sul pezzo già smaltato, prima della cottura. Le formulazioni sviluppate sono il frutto del know how e dell’esperienza maturata da Setec in oltre 30 anni di attività. Grazie all’ottimizzazione delle materie prime e del loro tempo di macinazione, è stato possibile ottenere una superficie con una maggiore resistenza alla formazione di incrostazioni di sporco/calcare.

  • Leggi l’articolo completo pubblicato su Ceramic World Review 119/2016.

Leggi altro in "Tecnologia"