Tecna People | Fabrizio Mazzoni, direttore commerciale Minerali Industriali Engineering (MIE) Srl

Trend, mercati e aspettative sulla fiera: le aziende espositrici di Tecna 2024 (Rimini, 24-27 settembre) si raccontano e descrivono come, attraverso l’innovazione tecnologica, stanno rispondendo ai nuovi imperativi della sostenibilità al centro delle politiche europee. La digitalizzazione dei processi è un altro tema chiave che avrà un impatto dirompente sul futuro della produzione industriale. Tecna rappresenta senza dubbio una vetrina internazionale di spicco e un momento cruciale di condivisione per conoscere le nuove frontiere della tecnologia.

 
Fabrizio Mazzoni,
Direttore commerciale Minerali Industriali Engineering (MIE) Srl

100 anni di esperienza nel settore della lavorazione mineraria fanno di Minerali Industriali Engineering il partner ideale per il trattamento dei minerali non metallici, in particolare per il trattamento ad umido e a secco di sabbie silicee e materiali duri, come quarzo e feldspato. La stessa attività viene svolta sui principali rifiuti industriali: scarti di vetro, piastrelle ceramiche, vetroresina ecc.

Quali sono gli attuali macro-trend tecnologici e su quali vi state orientando?

I macro-trend sono principalmente legati alla sostenibilità dei processi, nel nostro caso legati all’industria del vetro, del carbonato di calcio, dell’engineered stone, dei sanitari e della ceramica, settore, quest’ultimo, a cui possiamo proporre tecnologie di macinazione a secco.

Due anni fa Minerali Industriali Engineering ha acquisito infatti Manfredini e Schianchi e, con essa, anche 60 anni di storia della macinazione.

L’unione tra le due aziende ci ha consentito un salto di qualità nell’offerta di tecnologici riguardanti materie prime soft e materie prime hard.

Con l’ausilio di un laboratorio strutturato e di un impianto pilota di proprietà del gruppo, siamo in grado di analizzare e trattare i minerali non pericolosi utilizzati dai clienti per capire se vi è la possibilità di migliorarli.

Per far fronte alla marcata esigenza di tecnologie green e proprio abbiamo sviluppato le REC solutions, nate per trasformare gli scarti in materia prima: REC TILES per il settore ceramico, REC PITCHER per quello dei sanitari, REC MUD per i lapidei, REC GREEN BODY per le grandi lastre e REC GLASS per il vetro.

Negli ultimi mesi quale area geografica si sta dimostrando più dinamica?

La complessità del periodo non ci permette individuare aree particolarmente vivaci. Il nostro gruppo sta lavorando piuttosto bene con l’Est Europa (Kazakistan), Egitto e India dove abbiamo appena concluso il collaudo di diversi impianti.

Quali sono le vostre aspettative per Tecna 2024?

La fiera di servirà come termometro per misurare come stanno evolvendo (o involvendo) i settori di nostra competenza e dunque per decidere come e dove intervenire con l’obbiettivo di garantire un futuro solido alla nostra azienda.

Hai trovato utile questo articolo?

Unisciti alla community di CWW per ricevere ogni 15 giorni le principali novità da tutto il mondo sul settore ceramico

Articoli correlati

Gruppo B&T a Tecna 2024

04/07/2024
Occupando un intero padiglione di 4.000 mq, il gruppo porterà in fiera 20 nuove innovazioni tecnologiche.

Leggi altro in "News"