Italia da record per investimenti immobiliari

Il primo semestre 2022 si è chiuso con un valore di investimenti pari a circa 6,1 miliardi di euro, in crescita del 100% rispetto allo stesso periodo del 2021 nonché record assoluto.

Il mercato immobiliare italiano ha chiuso il primo semestre del 2022 con un valore di investimenti complessivi pari a circa 6,1 miliardi di euro, un dato in crescita del 100% rispetto allo stesso periodo del 2021, nonché record assoluto.

I dati, divulgati da Savills, tra i leader immobiliari a livello mondiale, confermano l’interesse degli investitori per il mercato italiano nonostante il clima di incertezza macroeconomico.

Gli uffici, con 2,2 miliardi di euro e un’incidenza pari al 37% sul totale investimenti, si riconfermano il settore dominante dopo che lo scorso anno erano stati superati dalla logistica che, nel corso del primo semestre, ha registrato volumi pari a 1,8 miliardi di euro (il30% del totale investito).

I due settori sono cresciuti rispettivamente del 201% e del 147% rispetto allo stesso periodo 202, seguiti da hospitality e living (entrambi a quota 0,7 miliardi di euro investiti, in aumento rispettivamente del 37% e del 54% sul primo semestre 2021).

Il comparto retail, sebbene in crescita del 133%, si posiziona al quinto posto, con € 0,4 miliardi investiti.

A fine anno, il volume di investimenti sarà molto probabilmente in crescita rispetto al 2021, anche se il secondo semestre non si rivelerà dinamico come quello appena trascorso.

Leggi altro in "Economia e mercati"