VitrA Tiles spinge sui grandi formati

Con il nuovo impianto avviato in maggio a Bozüyük, la capacità produttiva di VitrA Tiles sale a 25,5 milioni mq. Elevata efficienza energetica e moderne tecnologie AI caratterizzano la nuova linea.

Lo scorso maggio, a Bozüyük, VitrA Tiles ha inaugurato il suo nuovo impianto dedicato alla produzione di gres porcellanato di grande formato, un investimento che, oltre a spingere la crescita dell’azienda in Europa, è stato progettato per contribuire in modo deciso agli obiettivi di sostenibilità di Eczacıbaşı Group, riducendo sprechi e consumo di energia.

La nuova linea vanta avanzate applicazioni Industry 4.0 e porta la capacità produttiva dei grandi formati a 3,5 milioni di mq/anno, la maggior parte destinati all’export.

Il progetto, concluso proprio nell’anno in cui Eczacıbaşı Holding celebra il suo 80° anniversario, è motivo di orgoglio per il Presidente Bülent Eczacıbası, che ha sottolineato come questo non è l’unico investimento del 2022:

“Abbiamo destinato altri 25,5 milioni di euro per ammodernare e migliorare l’efficienza delle linee di VitrA Tiles e per mettere a a punto la quinta linea produttiva per sanitari, sempre a Bozüyük”, ha affermato.

Operazioni, queste, che rientrano nel più ampio programma di investimenti che riguarderà tutte le linee di business del gruppo turco e che supererà quest’anno i 250 milioni di Euro in totale.

“In questi 80 anni - ha aggiunto il Presidente - il Gruppo Eczacıbaşı è stato un portabandiera nel mondo dell’alta qualità e ha svolto un ruolo fondamentale nell’industrializzazione della Turchia. Con lo sviluppo sui mercati internazionali è diventato un player di riferimento in oltre 120 Paesi, con 12mila dipendenti 46 aziende e 39 stabilimenti produttivi in tre continenti. Oggi realizziamo oltre il 50% dell’export turco di sanitari in ceramica e siamo il principale esportatore di piastrelle nell'UE, ruolo che sarà potenziato proprio grazie al lancio del nuovo stabilimento di VitrA Tiles”.

L’export incide oltre l'80% sulle vendite totali di VitrA Tiles, presente con i suoi prodotti in 75 Paesi, con la Germania al primo posto tra i mercati esteri.

Più capacità, qualità e sostenibilità

Il nuovo impianto porta la capacità dello stabilimento di Bozüyük da 22 a 25,5 milioni mq e la produzione totale di VitrA Tiles (comprese le attività all’estero, in Germania e Russia) a 30 milioni mq. Positive anche le ricadute sull’occupazione con 83 nuovi addetti per un totale, ora, di 1080 occupati nel sito di Bozüyük.

La nuova linea consente anche di migliorare il potenziale in termini di design, focus dell’azienda che è peraltro già ampiamente posizionata nei segmenti premium e luxury coi marchi VitrA e Villeroy & Boch.

Come ha dichiarato il CEO di Vitra Tiles, Hasan Pehlivan:

“Il nuovo impianto, ci consentirà non solo di espanderci nei segmento dei grandi fromati, quello a più rapida crescita nei nostri mercati target in Europa, ma anche, grazie alle tecnologie digitali, di realizzare prodotti di grande impatto estetico con effetti marmo e pietra molto realistici”.

Decisamente avanzato anche il potenziale della nuova linea in termini di intelligenza artificiale ed efficienza energetica. Rispetto agli altri impianti di VitrA Tiles il consumo di energia è inferiore del 15%, mentre moderne tecnologie AI (sensori digitali, algoritmi ecc...) consentono di utilizzare il flusso dei dati per ridurre al minimo il numero dei difetti di fabbricazione.

“In questo modo - ha commentato Pehlivan – siamo riusciti a diminuire il livello medio degli scarti di produzione dall'8% al 3,5% e stiamo lavorando per ottenere percentuali ancora più basse. I nostri piani industriali, tra l’altro, prevedono l’estensione delle applicazioni Industry 4.0 a tutte le linee di produzione".

Oltre ad avviare la nuova linea, VitrA Tiles ha condotto ulteriori investimenti nello stabilimento di Bozüyük finalizzati ad una maggiore efficienza. In linea con i propri obiettivi di sostenibilità, l’azienda ha migliorato del 4% l'efficienza energetica degli impianti di cottura ed è pronta a sostituire i primi due forni storici con forni di ultima generazione, più efficienti.

Nell’ottica di ridurre l’impronta di carbonio, in autunno saranno installati pannelli solari sui tetti dello stabilimento grazie ai quali VitrA Tiles convertirà il 7% del proprio consumo energetico in energia verde.

L’azienda detiene la certificazione Double Star del Turkish Standards Institute ed è stata il primo produttore ceramico turco a ricevere il marchio europeo di qualità ecologica Ecolabel EU.

Tags

Articoli correlati