VitrA inaugura il quinto impianto per sanitari

Il nuovo stabilimento di Bilecik, anch’esso equipaggiato con tecnologia Sacmi, porta la produzione annua del produttore turco a 6,7 milioni di pezzi.

Lo scorso 18 ottobre, presso il VitrA Production Campus di Bilecik, Bozüyük, il gruppo turco Eczacıbaşı Building Products ha inaugurato il quinto stabilimento produttivo di VitrA, il suo brand di punta, nonché maggiore esportatore nazionale di sanitari in ceramica. Il nuovo impianto entra in produzione a soli quattro anni dall'avvio della seconda fase di investimenti per lo stabilimento n. 4 di Bozüyük; una progressione che riflette l’approccio coerente del gruppo al reinvestimento degli utili per alimentare la crescita.

Non solo. Forte di 65 anni di storia nella produzione di ceramica, VitrA segna anche un nuovo traguardo all’insegna dell’innovazione: il nuovo impianto integra, infatti, in maniera virtuosa, tecnologia all’avanguardia, AI e sostenibilità, capisaldi della mission aziendale. 

A sottolinearlo è stato lo stesso Presidente di Eczacıbaşı Holding, Bülent Eczacıbaşı, nel suo intervento alla cerimonia di inaugurazione. "Con un investimento di 76,5 milioni di euroha dichiarato - i nostri nuovi impianti utilizzano una tecnologia AI tra le più avanzate, garantendo un'automazione end-to-end. La sostenibilità è radicata nel nostro modello di business. La recente inclusione di un impianto solare nel complesso produttivo di VitrA e la transizione verso un'energia verde certificata I-REC testimoniano il nostro impegno verso l'azzeramento delle emissioni di carbonio".

Con l’avviamento del quinto impianto, la produzione di sanitari di VitrA è salita a 6,7 milioni di pezzi/anno, con una produzione di cassette a incasso che ha raggiunto 2 milioni di pezzi. L’espansione ha portato a un aumento del 50% delle dimensioni del campus di Bozüyük, che ora si estende su 469mila mq e ospita una forza lavoro di 3.664 persone.

Un investimento strategico, quindi, grazie al quale Eczacıbaşı Building Products è ora pronta per una fase di crescita notevole che può contare su una migliore efficienza operativa e volumi idonei a soddisfare l'aumento della domanda e ad ampliare la presenza sul mercato.

"La nostra costante attenzione nel riuscire a coniugare tecnologia e talento umano, salvaguardando il futuro del nostro pianeta, ha posto le basi per una continua crescita”, ha sottolineato il CEO di Eczacıbaşı Building Products, Özgen Özkan. “Siamo pronti a soddisfare la crescente domanda del mercato europeo e la nostra produzione attuale di 6,7 milioni di unità ci colloca tra i primi produttori del continente”.

Özkan ha menzionato inoltre la decisione di spostare la produzione di cassette a incasso nel nuovo stabilimento e, anticipando i progetti futuri, ha annunciato un aumento del 50% della produzione di rubinetti entro la fine del 2024.


La tecnologia Sacmi protagonista del “quinto impianto” VitrA

Prima azienda ad avviare nel 1958 la produzione di ceramica sanitaria in Turchia, oggi VitrA è un Gruppo internazionale leader nella produzione e commercializzazione di ceramica sanitaria, con export in 75 Paesi. Partner tecnologico da oltre 20 anni è Sacmi, che ha fornito tutte le tecnologie chiave per questo quinto impianto.

Colaggio con RobotCasting

Gli articoli più eleganti, complessi e dal peso unitario importante – anche fino a 30 kg e oltre – saranno il prodotto d’elezione realizzabile in questo impianto, per il quale Sacmi ha fornito 5 nuove celle AVM, per un totale di 10 moduli di colaggio, e 2 celle AVB.

Performante, affidabile, flessibile, AVM è la soluzione di riferimento nel mondo per la produzione di pezzi complessi, grazie ad una piattaforma modulare che mette al centro lo stampo e consente la massima libertà nella gestione dell’automazione e degli asservimenti. Ogni isola fornita è composta da 2 moduli ed asservita da robot che gestisce l’applicazione della colla, la sformatura dello stampo e la movimentazione dei pezzi al pre-essiccatoio, sino al carico automatico su carro.

La presenza del pre-essiccatoio FPV agevola la maturazione del pezzo, riducendo i tempi, risparmiando energia e ottimizzando la logistica.

Avviate in VitrA anche le 2 nuove AVB 150, la soluzione multistampo che sarà dedicata al colaggio di vasi a brida aperta in cinque parti di stampo ed equipaggiata con robot di sformatura, per una produzione media di oltre 730 articoli al giorno. Ridotte al minimo le operazioni manuali, che si limitano all’ispezione del pezzo ed al carico su carro alla fine del sistema di trasporto e deposito pezzi, gestito dal robot, che ne agevola la maturazione.

Gli essiccatoi

Completate le fasi di colaggio e maturazione, gli articoli entrano nei nuovi essiccatoi intermittenti, due da tre camere (36 carrelli) ed uno da due camere (12 carrelli). Queste soluzioni Sacmi si caratterizzano per la distribuzione dell’aria calda ottimizzata, grazie ai ventilatori a cono che garantiscono massima uniformità nella distribuzione dell’aria, con vantaggi in termini di costanza e ripetibilità del processo.

Ogni camera è dotata di potenzialità termica pari a 490 kW, sufficiente per eseguire due cicli di essiccazione al giorno, della durata di 11 ore ciascuno. Ne risulta una produttività pari, rispettivamente, a 1.440 pezzi al giorno (nei due essiccatoi a 3 camere) e 960 pezzi (nell’essiccatoio a due camere). Il ciclo di essiccazione avviene a temperatura controllata (90 °C) per portare l’umidità residua dell’articolo al di sotto dell’1%.

Il puntuale controllo delle curve di essiccazione è reso possibile da opportune sonde di temperatura e umidità e dal sistema che governa l’espulsione controllata dell’aria residua, per garantire sempre i parametri ottimali di umidità e temperatura all’interno della camera.

Smaltatura con RobotGlaze

Per la smaltatura robotizzata degli articoli, Sacmi ha fornito a VitrA 7 soluzioni RobotGlaze. Frutto di un lavoro progettuale comune tra i team VitrA e Sacmi, l’automazione totale delle operazioni distingue questa soluzione, configurata con due robot di handling per ogni cella che governano le movimentazioni e, nel caso dei vasi, il conferimento dell’articolo alla smaltasifoni.

Ogni cella può gestire da 730 a oltre 1.050 articoli al giorno, a seconda del mix produttivo. In questa fase, 4 delle nuove linee complete saranno dedicate da VitrA alla smaltatura dei vasi, 3 alla smaltatura dei lavabi. Presenti anche tutti gli accorgimenti per ottimizzare il consumo di smalto e recuperare l’overspray, dal sistema esclusivo Sacmi Mass Control® al sistema di recupero dello smalto tramite filtri a velo d’acqua.

Protagonista della cella è il robot GA-OL Sacmi-Gaiotto a 9 assi (6 + 3 opzionali), equipaggiato con il software per la programmazione offline delle ricette di smaltatura. L’applicazione dello smalto è gestita dalla pistola GDA 80, la soluzione zero maintenance di Sacmi, divenuta riferimento nel mercato.

Le macchine termiche

Per il suo quinto impianto, VitrA ha scelto il forno a tunnel di ultima generazione, TWS Sacmi-Riedhammer da 135 metri di lunghezza, 3,6 di larghezza e altezza utile 800 mm. Il tunnel può accogliere sino a 135 carri per 82 tonnellate di prodotto al giorno, pari a 3.280 pezzi nelle varie tipologie.

Il forno è equipaggiato con EMS 400, il top di gamma delle soluzioni Riedhammer per il recupero dell’aria per il preriscaldo dell’aria di combustione alla temperatura di 400 °C, riducendo i consumi a pieno carico a sole 810 kcal/kg di prodotto netto, insieme alla massima uniformità nella distribuzione delle temperature.

Oltre al tunnel, Sacmi ha fornito un forno intermittenteHWS Pulse Firing da 18 metri – equipaggiato con 12+12 carri per un totale di 720 pezzi/ciclo nel mix standard, pari a circa 20 tonnellate. Anche in questo caso, massima attenzione alla riduzione dei consumi, pari ad 1,380 kcal/kg di prodotto netto a pieno carico in seconda cottura.

Tra le peculiarità del forno Sacmi -Riedhammer, la configurazione a “doppia porta”, per agevolare le sequenze di carico e scarico, aumentando la disponibilità del forno. La soluzione è dotata di tutti gli accorgimenti per l’automazione del trasporto, dall’inserimento-estrazione degli articoli sino alla gestione delle movimentazioni.

Infine, in accordo con la richiesta di VitrA di rispondere alle pressanti esigenze di contenimento delle emissioni in atmosfera, il sistema di combustione di entrambi i forni, a tunnel e intermittente, è già predisposto per l’idrogeno. Si conferma quindi la connotazione fortemente green del Gruppo VitrA che trova in Sacmi il partner ideale.

Articoli correlati

VitrA investe in energia rinnovabile

20/06/2023
Eczacıbaşı Building Products (EBP) ha installato un impianto solare da 4,29 MWp sul tetto dello stabilimento di Bozüyük, in Turchia, e punta ad estendere il progetto a tutte le…

VitrA Tiles spinge sui grandi formati

04/11/2022
Con il nuovo impianto avviato in maggio a Bozüyük, la capacità produttiva di VitrA Tiles sale a 25,5 milioni mq. Elevata efficienza energetica e moderne tecnologie AI…