Al via la fabbrica più efficiente ed eco-friendly dell’Africa

È partita a pieno regime la produzione a Kwastina, il nuovo sito produttivo di Corobrik, completamente automatizzato e con una capacità di 100 milioni di mattoni l’anno.

A fine marzo è entrato a regime il mega stabilimento Kwastina da 800 milioni di rand (circa 49,7 milioni di euro) di Corobrik, sorto a Driefontein, in Sud Africa.

Il progetto, annunciato a novembre 2019 nel corso della South African Investment Conference, ha dato vita alla struttura tecnologicamente più avanzata del Continente, con processi completamente automatizzati, dalla preparazione delle materie prime fino al confezionamento finale.

La linea in funzione è in grado di produrre oltre 100 milioni di mattoni faccia vista all'anno con la flessibilità di realizzare anche piccoli lotti su misura per il segmento architettonico.

Kwastina, che letteralmente significa “Casa del Mattone”, è una struttura unica nel suo genere in Africa anche in termini di sostenibilità, grazie ai forni di nuova generazione che consentiranno di risparmiare il 70% del gas utilizzato nel vecchio stabilimento e ai nuovi sistemi volti ad azzerare gli scarti industriali.

Nick Booth

Secondo il CEO Nick Booth, lo stabilimento farà fronte agli elevati volumi di materiale richiesti per i maxi progetti di costruzione (scuole, ospedali e servizi pubblici), previsti nel Fondo per le infrastrutture del Governo. Abbattuti anche i costi di produzione del 50% che renderanno il prodotto finale molto più conveniente dal punto di vista economico:

“Questo ci consentirà di essere più competitivi in Sud Africa fornendo regioni dove non eravamo ancora presenti” – afferma Booth.

Corobrik sta già lavorando per ampliare la gamma con una serie di nuovi prodotti. Sono in corso test di smaltatura per la personalizzazione di mattoni commissionati ad hoc e sulle materie prime per ottenere colorazioni inedite.

Il progetto è stato completato nel rispetto del budget, nonostante un ritardo di tre mesi a causa del blocco causato dal Covid nel 2020.

Leggi altro in "News"