Essepienne entra in ACIMAC e ottiene lo status di esportatore autorizzato

Nuovi sviluppi hanno contraddistinto i primi mesi 2022 di Essepienne, determinata a proseguire il successo dell’ultimo biennio.

Dopo i successi ottenuti negli ultimi due esercizi in termini di fatturato e presenza internazionale, nei primi mesi del 2022 la sassolese Essepienne ha messo a segno due importanti obiettivi che contribuiranno a sostenerne lo sviluppo e la crescita.

L’azienda, attiva nella compravendita di ricambi e materiali per l’industria ceramica, ha fatto il suo ingresso in ACIMAC, andando così beneficiare dei numerosi servizi e agevolazioni che l’Associazione, riconosciuta a livello internazionale, fornisce ai suoi associati.

L’altra importante novità riguarda il tema delle esportazioni verso i paesi che hanno stipulato accordi e patti preferenziali con l’Unione Europea. Essepienne ha infatti ottenuto lo status di esportatore autorizzato previsto dalla normativa doganale comunitaria, una facilitazione per i clienti internazionali, che semplificherà le operazioni di import/export e abbatterà i dazi doganali, consentendo quindi un risparmio di tempo e costi.

Articoli correlati

Essepienne, primo semestre a +48%

11/07/2022
L’azienda di Sassuolo specializzata nella fornitura di ricambi e attrezzature per ceramica, conferma il trend di forte crescita degli ultimi due anni e mezzo.

Ottimi risultati per Essepienne

20/08/2021

L’azienda sassolese attiva nella ricambistica per ceramica cresce del 20% sia nel 2020 che nel primo semestre 2021.

Essepienne sbarca in Russia

23/08/2018

Essepienne festeggia il suo decimo anniversario inaugurando la sede di Mosca e preparandosi a Tecnargilla.

Leggi altro in "News"