Italcer centra nuovi obiettivi

A pochi giorni dall’acquisizione di Fondovalle, Italcer si aggiudica anche il Sustainability Award, prima tra le 100 eccellenze italiane.

Graziano Verdi CEO di Italcer
Graziano Verdi

Il Gruppo Italcer, tra i leader italiani nel settore delle pavimentazioni e dei rivestimenti in ceramica e dell’arredo bagno, si conferma ancora una volta tra i gruppi ceramici in più rapida espansione, oltre che tra i più attenti ai temi della sostenibilità. Nei primi giorni di ottobre si è infatti conclusa l’acquisizione di Ceramica Fondovalle (Torre Maina, Modena), specializzata nella produzione di grandi lastre e con un fatturato atteso di oltre € 50 milioni di euro nel 2022.

Per il gruppo guidato da Graziano Verdi e controllato dal Fondo di Investimento Mindful Capital Partners, si tratta della settima acquisizione in 5 anni, dopo la Fabbrica, Elios, Devon&Devon, Rondine, Cedir e la spagnola Equipe.

“Da tempo volevamo internalizzare la produzione di grandi lastre con un brand di assoluto rilievo, un segmento assai promettente dove siamo già presenti con il prestigioso marchio AVA.”, ha dichiarato Verdi. “Fondovalle ha una grande credibilità sul mercato, prodotti unici e siamo certi riusciremo a valorizzarne ulteriormente il brand”.

Quest’ultima operazione, oltre a completare una gamma prodotti che include formati dal 5x5 cm al 320x160 cm, avvicina sempre più Italcer al traguardo, nel 2023, dei € 400 milioni: già quest’anno i ricavi consolidati del gruppo dovrebbero superare i € 360 milioni (contro i 293 del 2021) con un Ebitda di circa € 80 milioni.

Italcer si aggiudica il Sustainability Award 2022

A pochi giorni dall’acquisizione di Fondovalle, Italcer ha centrato un altro obiettivo, aggiudicandosi il Sustainability Award 2022, prima fra le 100 eccellenze italiane, secondo la classifica stilata dal Team Credit Suisse, Kon Group e Forbes.

Il riconoscimento, giunto alla seconda edizione, è riservato a quelle aziende italiane - tutte dotate di rating ESG emesso da Altis Università Cattolica e da Reprisk - che più si sono distinte in materia di governance e social e in termini di sostenibilità ed efficienza dei processi produttivi. Per Italcer si tratta di un importante riconoscimento a conferma dell’attenzione alle performance di sostenibilità, ambito nel quale ha investito oltre 10 milioni di euro nel 2021.

"Essere riconosciuti come l’azienda più virtuosa in termini di miglioramento della sostenibilità ci motiva ad andare avanti ancora con maggior forza nel percorso di governo responsabile dell'azienda che è uno dei fattori fondanti del nostro modello di business e della nostra competitività”, ha commentato il CEO Graziano Verdi. “Progettiamo i nostri prodotti in modo sostenibile, impiegando oltre il 50% di materie prime riciclate e siamo in grado di recuperare il 99,6% degli scarti di produzione destinati ad attività di recupero. Inoltre, Italcer è la prima fabbrica nel comparto ad avere installato, nell’agosto 2021, una nuova pressa, dotata di soluzioni innovative per il circuito idraulico, al fine di ottimizzare e velocizzare ogni fase produttiva con il minor consumo di energia".

Articoli correlati

Italcer acquisisce Equipe Ceramicas

09/03/2021

Con la settima acquisizione in poco più di 3 anni, Italcer dà vita ad un polo europeo da 220 milioni di euro e un Ebitda atteso di oltre 22%

ADVANCE® promosso anche dal TCNA Lab

03/03/2021

Confermate dal TCNA le proprietà antivirali, antibatteriche e antinquinanti dei nuovi materiali sviluppati e brevettati da Italcer Group a fine 2019