Macinazione ad umido ad alta efficienza

Certech ha messo a punto una nuova tipologia di impianto di macinazione ad umido di materie prime che si distingue per la maggiore produttività e il rispamio energetico

Negli ultimi anni, Certech ha lavorato in stretta sinergia con i responsabili tecnici, di laboratorio e di produzione di diverse aziende ceramiche per mettere a punto una nuova tipologia di impianto di macinazione ad umido di materie prime. Da questo lavoro di Ricerca & Sviluppo è nato un impianto unico nel suo genere, che si distingue dai sistemi attualmente presenti sul mercato grazie ad una serie di innovazioni tecnologiche coperte da brevetti italiani ed internazionali.

Maggiore produttività

Gli impianti di macinazione ad umido con mulini continui modulari “MCM” sviluppati da Certech garantiscono innanzitutto una maggiore resa produttiva a parità di capacità.

Il primo modulo lavora come ogni normale mulino continuo, con la carica macinante al livello della coclea di ingresso del materiale. I moduli sono completamente indipendenti l’uno dall’altro.

Tra il secondo e il terzo modulo è interposto un vibrovaglio che serve per eliminare il materiale duro di granulometria elevata, non macinato dal secondo modulo; in questo modo si potrà inviare al terzo modulo raffinatore solamente il materiale pronto da raffinare, mentre la parte eliminata sarà rinviata all’ingresso del primo modulo per essere rimacinata da corpi macinanti più grandi.

Il secondo e il terzo modulo sono dotati di doppio diaframma, sia in entrata che in uscita. Questo permette di alzare il livello dei corpi macinanti fino al 60% del volume, aumentando notevolmente la quantità di carica macinante e, di conseguenza, i punti di contatto tra i corpi macinanti, dando luogo all’incremento produttivo.

Risparmio energetico

È tecnicamente provato come l’innalzamento dei corpi macinanti al 60% del volume - anziché 45% come accade nei mulini modulari continui tradizionali - sia anche all’origine del notevole risparmio energetico durante la fase di lavoro. I consumi di energia si riducono grazie all’innalzamento della barbottina nel secondo e terzo modulo, effettuato attraverso un sistema di pompaggio forzato della stessa nei moduli e grazie ad una tubazione particolare in uscita al mulino.

Assenza di vincoli impiantistici

I mulini modulari proposti da Certech sono svincolati tra loro grazie all’utilizzo di pompe centrifughe (progettate e costruite internamente) per l’alimentazione del secondo e terzo modulo. Questo permette di creare un layout dell’impianto di macinazione che, pur ricalcando quello dei tradizionali mulini modulari continui, ne elimina tutti i vincoli impiantistici.

Infatti, i mulini Certech possono essere installati longitudinalmente o trasversalmente mantenendo le stesse caratteristiche di macinazione.  In qualche caso, è stata installata una batteria di mulini modulari suddividendola tra due diversi capannoni.

Leggi altro in "Tecnologia"