Il rallentamento dell’edilizia penalizza Grupo Lamosa

Risultati in calo dei primi 9 mesi del 2023 nel segmento Piastrelle. Con l’acquisizione di Baldocer, perfezionata il 31 ottobre, i ricavi consolidati del gruppo messicano potranno crescere del 16%.

Dopo un biennio di crescita sostenuta, i risultati del terzo trimestre 2023 di Grupo Lamosa confermano la normalizzazione della domanda del mercato. Nei primi nove mesi dell’anno, i ricavi del maggiore gruppo ceramico messicano sono calati dell’11% rispetto allo stesso periodo del 2022, fermandosi a 23,82 miliardi di Pesos Messicani (circa 1,3 miliardi di Euro).

Sul mercato nazionale, che rappresenta il 62% del fatturato totale, la flessione è stata più contenuta: le vendite sono scese a 14,66 miliardi di Pesos (circa 784 milioni di Euro) perdendo il 5%. Più pesante la contrazione dei ricavi all’estero, -20%, pari a 9,16 miliardi di Pesos (circa 496 milioni di Euro), comunque superiori ai livelli 2021.

Tra le due divisioni in cui opera Grupo Lamosa, a subire i contraccolpi maggiori è stato il segmento Piastrelle, dove le vendite sono calate del 16% a 16,91 miliardi di Pesos (circa 915,5 milioni di Euro), pari al 71% dei ricavi totali del gruppo: il risultato negativo è stato determinato dalla minore domanda sia nel comparto dell’edilizia nuova sia in quello delle ristrutturazioni, e sia sul mercato nazionale che all’estero. Al contrario, la divisione Adesivi ha guadagnato terreno con vendite pari a 6,9 miliardi di Pesos (+3% rispetto ai nove mesi del 2022).

Complessivamente, l’Ebitda è calato del 19%, con un margine sui ricavi pari al 21%.

Nonostante l’andamento negativo, Lamosa ha portato avanti il suo piano di investimenti per un valore totale, nei 9 mesi, di 1,99 miliardi di Pesos (circa 106 milioni di Euro), destinati per lo più all’ammodernamento tecnologico degli impianti e delle piattaforme IT.

Restando in tema di investimenti, alla vigilia di Cersaie 2023 il gruppo messicano ha annunciato l’acquisizione dell’azienda ceramica spagnola Baldocer (marchi Baldocer, Azulejos Benadresa (AB) ed ETILE), operazione che è stata perfezionata il 31 ottobre. Il valore dell’acquisizione è pari a 425 milioni di euro, di cui non meno di 71 milioni (basati sui risultati dell’azienda) da versare a saldo nel 2025.

Per Grupo Lamosa questa operazione contribuirà, da un lato, a rafforzare la posizione in Europa, dove, sempre in Spagna, opera con Roca Tile dal 2021, e, dall’altro, ad aumentare la quota di prodotti di fascia alta commercializzati sui mercati internazionali. Baldocer, che esporta in oltre 120 paesi nel mondo, ha generato un Ebitda pari a 67 milioni di euro nel 2022.  

In base alle previsioni, l’incorporazione di Baldocer si tradurrà per il gruppo messicano in un incremento di circa il 16% del fatturato consolidato: la capacità produttiva installata crescerà del 12% a circa 275 milioni mq/anno, rafforzando Lamosa come secondo maggiore produttore mondiale di piastrelle ceramiche.