La nuova scommessa di Ceramika Paradyż sui grandi formati

Grazie anche al nuovo impianto avviato di recente, Paradyz punta a replicare nel 2022 l’ottimo andamento registrato nel 2021.

Piotr Tokarski

Espansione internazionale, digitalizzazione, nuovo posizionamento del brand e lancio delle nuove collezioni di grande formato prodotte nel nuovo impianto avviato recentemente. Sono questi alcuni degli obiettivi per il 2022 di Ceramika Paradyż, produttore leader in Polonia con una quota di quasi un quarto del mercato nazionale.

L’azienda, che ha chiuso il 2021 superando gli obiettivi di vendita e con ricavi in netta crescita sia sul mercato polacco che all’esportazione, punta a replicare un analogo buon andamento anche nel 2022, nonostante l'aumento dei costi, come sottolinea il Presidente Piotr Tokarski.

“Nel primo semestre dell’anno – spiega Tokarski - la nuova linea per la produzione di piastrelle e lastre ceramiche inizierà a lavorare a piena capacità. Vi produrremo piastrelle nei formati dal 60x60 cm al 120x280 e fino al 180x320 cm, con spessori da 6 a 30 mm, alcuni con vena passante. Potremo quindi offrire al mercato un’alternativa ai materiali naturali, a prezzi decisamente più competitivi e per le applicazioni più varie: non solo pavimenti e rivestimenti, ma anche facciate esterne, superfici d’arredo, top da cucina, scale, davanzali, ecc. La lavorabilità meccanica è la stessa delle pietre naturali, col vantaggio dell’assenza di difetti, quali la macchiabilità”.

Grazie a questo progetto, Ceramika Paradyż mira ad aprire nuovi canali di distribuzione ed espandersi in nuovi segmenti, sia in Polonia che all'estero, iniziando a lavorare con partner che finora hanno utilizzato materiali non ceramici per le loro superfici d’arredo.  

Leggi l’intervista completa a Piotr Tokarski, pubblicata su CWR 145

Articoli correlati

Leggi altro in "News"